Post con il tag: "(mercato)"



Si tratta di arte? Come si è sviluppata e come è arrivata ad essere ciò che rappresenta oggi? Campionare materiale altrui è etica, buona e giusta?

Ultra Music, Armada Music, Mad Decent, Monstercat, OWSLA fanno incetta di artisti e successi ma qualcosa sta cambiando

Il successo di Lil Nas X ha messo in luce il potenziale di BeatStars di diventare una hit factory online e dimostra come un singolo di successo possa essere realizzato e permetta di vivere di produzione musicale nel 2019

La collaborazione nasce con la società di ricerche Nielsen in un rapporto che cerca di quantificare il mercato asiatico con estrema precisione

Eventi in store saranno pianificati per diffondere la cultura del vinile e vendere oltre 70mila dischi.

Il fatto che spesso questi abbinamenti nella musica elettronica si rivelino grandi successi, si può spiegare con le leggi del marketing

I dischi più costosi su Discogs sono aumentati di prezzo dal 2010, afferma un nuovo report. Il rapporto riprende dei recenti dati dopo che lo staff del sito ha analizzato il trend dettato dai collezionisti di dischi, ormai preoccupati per la bolla in espansione legata al mercato del vinile. Discogs afferma che nell'ultimo anno, cinque dischi sono andati oltre i diecimila dollari di valore; in particolare, una copia canadese di 27.500 dollari di "The Black Album" di Prince.

È una tendenza che sembra essere universalmente accettata in tutto il business della musica globale: i download stanno morendo, scrivono quelli di Music Business Worldwide. Il fatto si evince nelle cifre semestrali della RIAA per gli Stati Uniti il ​​mese scorso, che hanno dimostrato che i ricavi complessivi per il download digitale (comprese le suonerie, ecc.) nei sei mesi erano diminuiti del 26,5% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Il profilo personale di Facebook di Sàndor Von Mallasz, Head Of Music Strategy and Innovation presso Think Louder, ospite di un interessantissimo Beat & Green presso r12, offre sempre mille spunti. Da una grafica postata proprio da Sàndor recentemente si intuisce che la base di abbonati alle piattaforme di musica continua a crescere e prosegue a essere guidata da Spotify.

Spotify è alla ricerca di artisti indipendenti e offre notevoli vantaggi, non ultimo il pieno controllo e la proprietà del loro proprio lavoro. Spotify paga solitamente un'etichetta discografica circa il 52 percento delle entrate generate ogni volta che un utente "streamma" una canzone. Di ciò che è rimasto, Spotify dà il 15% per l'artista e incassa il resto, almeno questo secondo un rapporto del New York Times.

Mostra altro