Ogni groove è figlio dall'interazione tra complessità ritmica e armonica

Per rispondere a come un groove possa nascere e svilupparsi, la piattaforma Plos ha chiesto a persone con una ricca gamma di esperienze musicali di valutare gli stimoli che variavano sia nella complessità ritmica che in quella armonica. Il beat ritmico ha mostrato svariate relazioni legate al piacere e al desiderio fisico di muoversi, mentre gli accordi di media e bassa complessità sono stati valutati allo stesso modo.

 

Mentre la complessità ritmica è il fattore trainante principale, l'armonia, alterando la valenza emotiva, modula processi di predizione attenzionale e temporale che sono alla base della percezione del ritmo.

 

Lo studio sugli effetti dell'approfondimento musicale e sulla regressione, e il confronto di gruppo, ha mostrato ai ricercatori e specialisti di Plos che l'esperienza aumentava attraverso precisi coinvolgmentio emotivi e personali.

 

Quando ascoltiamo la musica, spesso ci si trova a battere il piede o muoversi spontaneamente. Alcuni tipi di generi musicali hanno maggiori probabilità di indurre la sensazione di groove rispetto ad altri. La complessità armonica delle note simultanee che formano un accordo è probabilmente un contributo perché modula le risposte... affettive, personali, influenzate da esperienze soggettive di carattere musicale. Siamo quello che percepiamo.

 

Le prime definizioni di groove si focalizzano sul grado in cui un brano musicale indurrà il desiderio di muoversi sul beat. In uno studio seminale sul groove, curato da Plos, le risposte a un sondaggio hanno evidenziato sia il desiderio di movimento sia l'affetto positivo associato. Da allora, diversi aspetti ritmici sono stati studiati in termini di efficacia nell'indurre un groove a risultare speciale. La musica con un ritmo forte, di impatto, porta a livelli più intensi del groove ed è più probabile che induca movimenti a tutto il corpo, rispetto alla musica con un battito debole.

 

Un ritmo forte può essere necessario per il groove, tuttavia probabilmente non è sufficiente a renderlo indovinato a una produzione o riproduzione. Si può ritenere che un  ticchettio di orologio abbia un ritmo forte ma è improbabile che sia qualcosa a cui le persone vogliono ballare. Il beat sincopato è una componente critica del groove, si colloca in generi come il jazz, il soul, il funk, l'afro, la trap e l'hip-hop. È stato così dimostrato che le caratteristiche musicali non ritmiche contribuiscono alla riuscita di un groove stesso, come il contenuto di basse frequenze e la variabilità nella dinamica. Recenti studi hanno dimostrato anche che la complessità armonica dei singoli accordi influenza le valutazioni dell'emozione e dell'eccitazione e che gli accordi di complessità intermedia sono preferiti su accordi altamente consonanti o dissonanti.

 

Plos One offre ai ricercatori un percorso più rapido per pubblicare contenuti scientifici di alta qualità sottoponendoli a recensioni in tempo reale. Tutto il lavoro che giunge in redazione rientra in rigorosi standard tecnici ed etici ed è pubblicato liberamente e immediatamente rendendolo disponibile a tutti attraverso la Rete.

 

Per maggiori approfondimenti

Scrivi commento

Commenti: 0