Native Instruments ha rilasciato Massive X

A dieci anni circa dal rilascio del virtual synth Massive, che ha davvero definito un'era tra i produttori musicali, ecco di nuovo il team che ha sviluppato l'originale completatandolo e aggiornandolo con uno stile totalmente nuovo ed efficente.

 

Si dice che Massive X sia stato sviluppato da zero, tuttavia si basa ancora sull'eredità del suo predecessore.

 

Offrendo due oscillatori wavetable con 170 wavetable, la sezione sound source presenta anche dieci modalità di oscillatori, una coppia di oscillatori di modulazione di fase e un ulteriore input di modulazione ausiliaria, offrendo un notevole margine per i massimi esponenti legati alla ricerca del suono e del soun design.

 

Un nuovo sistema di routing per la modulazione e l'audio ottimizza ulteriormente il processo di progettazione del suono, consentendo di collegare qualsiasi output a qualsiasi input in un modo familiare ai sintetizzatori modulari.

 

Gli utenti che usano il vecchio Massive saranno felici di sapere che il cosiddetto "Saturn ring" che permette di approcciare al controllo della modulazione è stato mantenuto anche in Massive X. Inoltre ora ci sono nove slot per la generazione di LFO, tracker e modulatori esecutori per il routing intorno alla patch.

 

La sezione del filtro è curata e con opzioni per percorsi di instradamento seriale o parallelo e con un filtro ad hoc, oltre a una vasta gamma di forme a bande passaalte e passabasse. I nuovi utenti hanno a disposizione persino una vasta libreria preimpostata che viene in aiuto per massimizzare l'intero lavor.

 

È possibile acquistare Massive X da midimusic. l prezzi dovrebbero aggirarsi sui 199 euro e, come aggiornamento, di 149 euro. Massive X sarà anche disponibile nella serie di pacchetti software Komplete.

Scrivi commento

Commenti: 0