I generi musicali stanno scomparendo ed emergono nuove realtà coma Billie Eilish

"Old Town Road" di Lil Nas X è stato descritto come un pezzo trap ma anche rap e country. La canzone contiene elementi di tutti questi generi, ma sarebbe ugualmente corretto dire che la "Old Town Road" non è affatto un genere. Lil Nas X è un artista appartenente alla Generazione Z, che mai si è interessata di catalogare i generi. Stanno cadendo tutti i confini musicali, sempre più fluidi e difficili da categorizzare. Naturalmente, gli artisti del passato sono sempre stati collacati     in generi e i loro suoni sono rimasti commercialmente infilati nel mainstream. Ma questi appartenevano ancora a categorie tradizionali, anche quando passavano da un suono all'altro.

 

Oggi è completamente mutato il modo in cui consumiamo la musica. Su piattaforme come Spotify ora siamo più legati ad album specifici o generi specifici; selezioniamo e scegliamo le nostre canzoni preferite da aggiungere alle playlist. Soprattutto, quelle playlist sono diverse. Secondo un rapporto dello scorso anno condotto da Sweety High, quasi il 97% delle donne della Generazione Z ascolta "almeno cinque generi musicali regolarmente". Chiaramente, i gusti musicali stanno diventando più vari, frammentati, il che ha anche aperto orecchie e occhi su coloro i quali producono musica, liberandoli.

 

Gli appartenenti alla Generazione Z stanno producendo musica in modo nuovo, sfruttando tutte le vie che offre la Rete e soprattutto i social media. Lil Nas X, ad esempio, gestiva un account Twitter che era popolare ancor prima che esplodesse la sua "Old Town Road". I social media sono anche una piattaforma importante per Billie Eilish. In un'intervista del 2017 rilasciata ad Harper's Bazaar, la Eilish ha detto: "Sono grata ai social perché oggi non sarei niente senza di esse". La Eilish interagisce fortemente con i fan, riserva anticipazioni di video musicali e pubblicizza tour. L'ibridazione dei generi e la creazione di suoni non convenzionale sono un modo per creare un'identità musicale unica, speciale, personale.

 

Per chi si chiede come mai la Eilish abbia ottenuto un suono così unico e intimo nel suo ultimo album, "When We All Fall Sleep, Where Do We Go?", c'è un video qui con suo fratello, Finneas O'Connell, che può fornire alcune risposte a vecchi e nuovi produttori. Parte della clips mostra dove sono cresciuti Billie e Finneas, ossia una casa con due camere da letto a Los Angeles. All'interno dell'abitazione, in una cameretta, c'è lo studio di casa. Qui la Eilish ha scritto la maggior parte delle voci dell'album, che poi O'Connell ha finalizzato e prodotto. "C'è un'intimità pazza per quello che facciamo qui", dice O'Connell. "Non siamo in uno studio di registrazione di quelli super professionali, dove ci sono persone diverse ogni giorno che vanno e vengono, ci sentiamo a nostro agio e non schiavi di un processo discografico".

Scrivi commento

Commenti: 0