IMS Ibiza rivela il suo report annuale di attività per il 2019

Il rapporto dell'International Music Summit, svoltosi settimana scorsa in Spagna, fornisce statistiche vitali e indicative di come l'industria della musica elettronica si sia spostata nel corso dell'anno, fornendo un barometro per il mercato nel suo complesso. Utilizzato da professionisti di tutto il settore, referenziati innumerevoli volte nelle ricerche di mercato e nei rapporti giornalistici, è uno strumento essenziale per il business della musica elettronica.

Qui lo potete scaricarehttps://www.internationalmusicsummit.com/wp-content/uploads/2019/05/IMS-Business-Report-2019-vFinal.pdf

International Music Summit, la principale piattaforma per il business, la cultura e l'educazione nella musica elettronica globale, rende noto così lo studio economico approfondito sull'industria della musica elettronica, che copre tutti gli aspetti del genere consegnato direttamente al personale chiave del settore dall'autore Kevin Watson.

Il rapporto fornisce statistiche vitali e indicative di come l'industria della musica elettronica si sia spostata nel corso dell'anno, fornendo un barometro per il mercato nel suo complesso. Utilizzato da professionisti di tutto il settore, referenziati innumerevoli volte nelle ricerche di mercato e nei rapporti giornalistici, ed è uno strumento essenziale per il business della musica elettronica.

Quest'anno il rapporto ha evidenziato un movimento positivo in molte aree, tra cui un sondaggio IFPI che classifica la musica dance elettronica come il terzo genere musicale più popolare al mondo, dietro a pop e rock. Una traiettoria al rialzo è stata osservata con donne dj della techno che hanno dominato il circuito del festival nel 2018 con Nina Kraviz, Amelie Lens e Charlotte de Witte. CERCLE, la piattaforma di performance dj in livestream di particolare rilievo, ha generato oltre 135 milioni di visualizzazioni YouTube ottenute dal lancio in Francia nel 2016.

I cali sono stati osservati anche con il valore complessivo del settore della musica elettronica, sceso dell'1% nel 2018 e un calo del numero di locali notturni in relazione a una serie di chiusure di alto profilo in tutto il mondo negli ultimi mesi. I ricavi della musica registrata a livello mondiale (per tutti i generi) sono cresciuti del 9,7% nel 2018, guidati dallo streaming in tutte le aree geografiche, con il Nord e il Nord America che mostrano la maggiore crescita. La quota di musica registrata come dance è diminuita significativamente negli Stati Uniti e nel Regno Unito nel 2018 rispetto al 2017, ma è rimbalzata sia in Germania che in Canada. 

Il settore dei videogiochi a livello mondiale vale 7 volte di più dell'industria musicale e rappresenta un'enorme opportunità per dj e artisti legati all'elettronica, come dimostrano le recenti collaborazioni di Grand Theft Auto & Dixon, Fortnite & Marshmello e Secret Lab & deadmau5.
 
L'ultimo rapporto di Forbes mostra che i guadagni stimati dei dj più pagati sono diminuiti significativamente nel 2018. Il totale dei primi 10 $ 261 milioni nel 2018 è stato il più basso dal 2013. Le donne dj hanno dominato il circuito del festival nel 2018. L'analisi di Festicket mostra che Nina Kraviz ha suonato il doppio dei festival di una band come quella dei The Killers, con 34 date in totale. Amelie Lens e Charlotte de Witte compaiono anche nella Top 5. Inoltre, le tre dj hanno aumentato i propri fan di Instagram, YouTube e Spotify più velocemente dei 5 migliori dj maschi nella classifica di Viberate nell'ultimo anno.

L'analisi di Pitchfork ha mostrato che solo il 19% degli artisti del festival era di sesso femminile nel 2018, in rialzo dal 14% nel 2017. Più di 150 eventi si sono ora registrati con Keychange e mirano a prenotare il 50% di artisti femminili entro il 2022.  Il recente sondaggio Record Union ha concluso che il 73% dei musicisti indipendenti ha avuto emozioni negative, con il 33% di coloro che hanno avuto attacchi di panico. Le cause di ciò includevano la paura del fallimento, l'instabilità finanziaria e la pressione per riuscire.

Il declino nei locali notturni sta accelerando, con una serie di chiusure di alto profilo in tutto il mondo negli ultimi mesi. Nel Regno Unito il numero dei club in Gran Bretagna è diminuito del 21% nei 12 mesi fino a dicembre 2018, a fronte di un calo dell'1% all'anno tra il 2013 e il 2017. A Las Vegas, dopo un picco nel 2016, la percentuale di visitatori in corso ai club alberghieri e alle feste in piscina è diminuito in modo significativo.

Soundcloud, Beatport e Apple Music hanno tutti registrato una crescita significativa negli ultimi due anni, sia in termini di clienti che di fatturato. Mixmag, nel frattempo si è diversificato lontano dalla rivista in carta stampata, che ora rappresenta solo il 10% del business totale. Nel complesso, il valore del settore della musica elettronica è diminuito dell'1% tra il 2018/19 e $ 7,2 miliardi, poiché è proseguito il periodo di stabilizzazione. La crescita nel 2018/19 proveniva dal valore della musica registrata, dei festival e dell'hardware e del software, compensata da una diminuzione del valore dei club e dai guadagni di DJ e artisti. Nel complesso, l'industria globale continua a maturare e stabilizzarsi

Scrivi commento

Commenti: 0