Il manager

Il manager è una delle figure più importanti e ricercate nel settore del music business e dell'intero mondo dell'intrattenimento.
Si tratta di colui che svolge un attività di consulenza e assistenza in merito alle scelte artistiche e di carriera di un artista, condividendo con esso una strategia complessiva di promozione e sviluppo della sua attività.

Il manager concorda con l’artista il tipo di immagine, lo stile, la personalità, l'identità e le caratteristiche da proporre in pubblico.



Condivisa la strategia e aiutato l’artista a lavorare sul prodotto, il compito del manager è quello di rappresentare l’artista e attuare le strategia in ogni aspetto, da quello economico a quello legato all’attività artistica.
In cambio del suo lavoro, il manager riceve una percentuale dagli incassi dell’artista, derivanti dalle attività procacciate, di solito pari al 20%.
Vista la delicatezza del rapporto fiduciario, il manager potrà avere un mandato senza rappresentanza (e agirebbe solo per conto dell’artista, che dovrà sottoscrivere personalmente ogni impegno) oppure con rappresentanza (potrà anche firmare contratti in nome dell’artista.



La figura del manager sta cambiando e va oltre le sue conoscenze in fatto di economia, marketing e finanza. Il suo ruolo è fondamentale per la riuscita della carriera di un artista. Più il livello di notorietà di un progetto cresce e più il ruolo del manager diventa, ovviamente, più importante: i manager che operano a livello di band sotto major, sono paragonabili a tutti gli effetti ai manager delle grandi imprese multinazionali.



Un vero manager è sempre ben informato sull'industria e non solo musicale; creerà una propria compagnia di management; ha già un roster di artisti da assistere; spesso è creativo e dotato di spirito di iniziativa; partecipa e pianifica riunioni e infine gestisce al meglio ogni pratica legata all'artista, dj, musicista o gruppo che sia.

Il business musicale è incredibilmente competitivo e trovare lavoro può essere davvero dura.



Trovare il manager giusto può aiutare qualsiasi artista a navigare nel burrascoso mare degli affari legati al mondo dell'intrattenimento: solo così ci si potrà concentrare sulla propria attività. Si lascerà che qualcuno gestisca gli aspetti del business.

Prima però bisognerà assicurarsi di avere qualcosa da gestire. E bisogna innanzitutto essere onesti con se stessi. Se una carriera musicale porta ad almeno 1000 euro mensilmente, potrebbe non essere il momento giusto per cercare un manager. 



I manager non sono gli unici che possono aiutare ad espandere e sviluppare una carriera. Si può guardare alle partnership con pubblicitari, autori e designer. Comunque, bisogna avere qualcosa da presentare ai potenziali manager. Fondamentalmente, si ha bisogno di registrazioni di qualità della prorpria musica e, oltre alle registrazioni in studio, si dovrebbe disporre anche di filmati di qualsiasi prestazione live. Ciò darà al potenziale manager una migliore idea della presenza sul palco dell'artista.



Bisogna avere a che fare con persone oneste, in grado di gestire correttamente band o singolo potenziale professionista. Un manager deve essere scelto in base a precise competenze e deve essere responsabile delle sue azioni. Una carriera musicale deve essere gestita come un vero business: oggi l'artista è una azienda, un brand. Le giuste connessioni portano a buoni risultati. Internet e i passaparola sono le vie migliori per trovare interessanti risorse umane.

Scrivi commento

Commenti: 0