Universal Music vicina a generare 10 milioni di dollari al giorno in streaming

Universal Music Group ha superato 1,208 miliardi di euro(1,37 miliardi di dollari) nei primi tre mesi del 2019, con un aumento del 19,2% su base annua a valuta costante. Circa 737 milioni di euro (837 milioni di dollari) di questo denaro sono stati generati dallo streaming, secondo gli ultimi risultati finanziari del gruppo Vivendi. Ciò significa che le etichette di Universal stanno accumulando circa 9,3 milioni di dollari al giorno da artisti attraverso Spotify, Apple Music, Amazon Music e YouTube.
Di conseguenza, lo streaming ha rappresentato il 61% dei ricavi complessivi della musica registrata da UMG nel trimestre. Le vendite fisiche di UMG sono poi cresciute del 20,8% su base annua nel primo trimestre, fino a 193 milioni di euro (219 milioni di dollari).
A seguito dell'acquisizione di Epic Rights nella prima parte dell'anno, UMG nella sezione "Merchandise and Other" ha generato 72 milioni di euro (82 milioni di dollari) nel trimestre, in crescita di oltre l'80% su base annua. I più grandi progetti di Universal nel primo trimestre sono, nell'ordine: Ariana Grande, la colonna sonora di "A Star Is Born", la rock band rock giapponese Back Number, Queen e Billie Eilish.
Universal Music Publishing Group ha realizzato un investimento di 225 milioni di euro (256 milioni di dollari) nel trimestre, con un incremento del 4,7% su base annua.
I ricavi complessivi del primo trimestre di Universal Music Group, tra cui musica registrata, pubblicazioni e altro, sono aumentati del 18,8% su base annua a 1,52 miliardi di euro (1,7 miliardi di dollari), mettendo comodamente la società in rotta per altri 7 miliardi di dollari nel 2019. Ciò significa che UMG ha realizzato il 43,4% delle vendite totali di Vivendi nel trimestre, che ha raggiunto i 3,449 miliardi di euro.

Scrivi commento

Commenti: 0