SL MkIII di Novation sembra il controller di una nave spaziale

Il NAMM 2019 di Las Vegas ormai è alle spalle e molti degli strumenti presentati in loco hanno lasciato il loro segno. Los stand di Novation, che quest'anno è sembrato particolarmente interessante, è parso più una galleria di videogiochi che un’area di un polo fieristico. Qui è stata presentata la SL MkIII di recente uscita, che sembra il pezzo centrale di una consolle presa da un film di fantascienza, che altro.
 
Lontano dal tipico controller, la tastiera è un hub di all-sequencing e all-dance per tutti gli strumenti per la creazione musicale. Un elemento centrale da collegare, controllare e creare con l'intera configurazione. Computer o no. Perfetta per costruire le sessioni nel sequencer polifonico a otto tracce: tutto in time, tutto in chiave; con ogni controllo a portata di mano e in versione 49 e 61 tasti.
 
Per lavorare con il proprio hardware preferito e godere di tutti i vantaggi di una DAW, ecco la combinazione perfetta con i sintetizzatori hardware collegabili con facilità. Le mappature sono altamente personalizzabili e la DAW ne guadagna. Suonare e modificare le sequenze direttamente dalla tastiera non è mai stato così facile e soprattutto divertente. Le automazioni dei parametri sono registrabili direttamente sul sequencer e danno vita alle produzioni desiderate. È possibile scegliere un tipo di arpeggio, impostare una frequenza di sincronizzazione, modificare la nota e le lunghezze del pattern e utilizzare i pad per progettare i ritmi in tempo reale.

Scrivi commento

Commenti: 0