Eurosonic, conferenze, panel e speach dal 16 al 19 Gennaio 2019

Da mercoledì 16 a sabato 19 gennaio si svolgerà in Olanda Eurosonic. Conferenze, panel, speech per incontrarsi, fare business e conoscersi tra i professionisti e le personalità più rilevanti del music business europeo e internazionale. Le tematiche trattate durante gli incontri sono le più varie: dai nuovi trend del music business alle problematiche del settore, allo studio di case histories di successo. Tra un panel e l’altro, giornalisti, booker, organizzatori di festival, agenti, pr, discografici (tutti identificati da badge con su scritto nome, cognome, provenienza e ruolo) utilizzano per i loro meeting i ristoranti e i bar all’interno del De Oosterpoort. Questo permette di entrare in contatto con professionisti del music business con estrema facilità.
 
I concerti, più esattamente gli showcase (live di ‘presentazione’ in cui gli artisti si esibiscono in 30-40 minuti) si susseguono non-stop dalle 20 fino a notte fonda, negli oltre 30 locali al chiuso (il gennaio olandese non permette venue all’aperto, purtroppo) sparsi per tutta Groningen. Ebbene sì, la cittadina olandese dispone di oltre 30 club attrezzati per concerti live. Le venue hanno diverse capienze, da un minimo di 100 persone a un massimo di 1000 circa. Il pubblico e i vari addetti ai lavori cercano di incastrare più concerti possibili nel proprio programma per la serata, rimbalzando a piedi da un locale all’altro, ed è per questo che bisogna cercare di far breccia nel cuore dell’ascoltatore già nei primi minuti di esibizione.
 
Ogni anno, Eurosonic si apre con gli EBBA (European Border Breaker Awards) dove vengono premiati i 10 migliori artisti emergenti europei che con il loro album di debutto sono riusciti ad avere successo oltre le proprie frontiere. Le European Border Breaker Charts, ovvero le classifiche delle canzoni europee che hanno il maggior numero di passaggi radiofonici (delle 49 stazioni radio pubbliche europee aderenti al progetto) e streaming all’interno dei paesi dell’Unione, le Tips by Country, cioè le dieci canzoni che stanno avendo i risultati di crescita più importanti, infine le mensili Etep Chart by Artists e Etep Chart by Country che prendono in considerazione i primi dieci artisti facenti parte dell’Etep (European Talent Exchange Programme) che hanno chiuso il maggior numero di slot ai festival aderenti al programma e quelli che hanno avuto più slot in festival al di fuori del proprio paese.

Scrivi commento

Commenti: 0