Arturia presenta Pigments e il suono diventa astrale

Arturia ci ha stuzzicato recentemente con una notizia. Qualcosa sembrava potesse bollire in pentola. Bene, il marchio francese dribbla le voci che avrebbero voluto l’evoluzione del PolyBrute. Invece no, ecco in arrivo un software completamente nuovo chiamato Pigments (Polychrome Software Synthesizer), che combina due motori di sintesi: uno complesso wavetable e uno più tradizionale di tipo triplo analogico, insieme agli elementi sonori che da 20 anni caratterizzano la stessa Arturia nella sua esperienza di emulazione degli hardware, dell’analogico.
 Pigments presenta due moduli filtro con classici disponibili dalla V Collection, oltre a tipi completamente nuovi (Surgeon e Comb). Con Pigments, Arturia sta cercando di spingere sulla sintesi (ci sono in realtà 3 tipi di ADSR con curve di Attack and Decay regolabili), 3 LFO, oltre ad alcuni interessanti modifiche e funzioni di modulazione matematica.
 
Funzioni selezionate
Due motori in parallelo
• Motore a triplo oscillatore analogico virtuale
• Motore Wavetable complesso con morphing e importazione
Filtri gemelli: dozzine tra cui scegliere
• Filtri classici dagli strumenti V Collection • Filtri moderni come chirurgo e pettine
• Serie continua / routing parallelo
Sezione effetti potenti: una soluzione all-in-one
• 13 effetti mozzafiato, tra cui wavefolder, overdrive, equalizzazione parametrica e ritardo • Inserisci o invia opzioni di routing con trascinamento per agevolare la commutazione
• Tutti i parametri essenziali possono essere modulati
Sistema di modulazione avanzato: modula qualsiasi cosa con qualsiasi cosa
• Modifica grafica, basata sull'origine o basata sulla destinazione
• Buste, LFO, generatori di funzioni, fonti casuali
• 4 macro assegnabili per controllare più parametri contemporaneamente
 
Arturia Pigments Wave
 
Disponibile subito come demo gratuita fino al 10 gennaio (fino ad allora $ 149 / € 149), dopo di che Pigments costerà $ 199 / € 199
 
AU, VST, VST3 e AAX