I dischi più rari su Discogs stanno diventando sempre più costosi

I dischi più costosi su Discogs sono aumentati di prezzo dal 2010, afferma un nuovo report. Il rapporto riprende dei recenti dati dopo che lo staff del sito ha analizzato il trend dettato dai collezionisti di dischi, ormai preoccupati per la bolla in espansione legata al mercato del vinile. Discogs afferma che nell'ultimo anno, cinque dischi sono andati oltre i diecimila dollari di valore; in particolare, una copia canadese di 27.500 dollari di "The Black Album" di Prince. Il rapporto include anche dati sul disco più costoso venduto su Discogs ogni mese: un numero che è salito alle stelle dal 2015, passando da 2000 dollari a 12.000 dollari. Tuttavia, il 30esimo disco più costoso venduto ogni mese ha registrato una salita più lenta e costante da 300 a 1300 dollari.

Discogs rileva inoltre che molte vendite di vinile dai prezzi esorbitanti si verificano sul mercato privato e che il sito potrebbe non far salire i prezzi, ma piuttosto calmierare il settore: "Vogliamo aiutare il vinile più incredibilmente costoso a diventare il più diffuso".

Per quanto riguarda il vinile di musica elettronica più caro, circola una versione limitata di "Melody A.M" di Röyksopp considerato e valutato il quarto disco più costoso venduto su Discogs nel 2017, con 8728 dollari. Nel mercato della dance underground, il prezzo di un disco tende a gonfiarsi quando la domanda supera l'offerta. A tal proposito lo scorso ottobre, Discogs ha lanciato un nuovo sito, Exclusives, che ha lo scopo di attrarre i collezionisti vendendo dischi e nastri rari e difficili da trovare, inclusi i test di stampa e le edizioni speciali.