Con “Vinilici” il disco approda al cinema

Al cinema arriva “Vinilici. Perchè il vinile ama la musica“, a metà tra un documentario e un film, completamente in italiano, dedicato ai dischi in vinile. Ispirato da un libro di Nicola Iuppariello e diretto da Fulvio Iannucci, il lungometraggio propone un viaggio nel mondo del supporto ormai tornato in auge. Tra i protagonisti ci sono tanti artisti affermati, come il dj Claudio Coccoluto, che raccontano il proprio legame per il vinile. La pellicola, in concorso alla IV edizione del Filmmaker Day di Torino e alla 17esima edizione del Rome Independent Film Festival, sarà distribuita nelle sale dal prossimo 20 novembre.

Il progetto è nato dalla volontà del produttore di condividere con gli appassionati, ma anche con coloro che hanno meno dimestichezza, "le sensazioni e il piacere che si può provare quando si ascolta musica utilizzando il supporto vinile".

 

 

L’idea ha preso vita da un volume che Nicola Iuppariello ha personalmente, intitolato "Vinilici – La passione per il disco. I negozi, i collezionisti, le fiere", pubblicato da Editrice Zona nel 2013 e contenente storie di collezionisti e negozi di dischi.

"Questa volta ho pensato che le persone potessero raccontare le proprie emozioni esperienze raggiungendo gli altri non più con la carta stampata, ad esempio realizzando una nuova edizione del libro, ma attraverso il video. Da queste premesse è scaturita la volontà di girare un documentario che poi è diventato un docu-film. Abbiamo voluto creare una storia, un soggetto e una sceneggiatura che arricchisse le testimonianze raccolte e le legasse le une alle altre facendo in modo che lo spettatore attraversi un percorso dall’inizio alla fine e viva una storia che poi è proprio quella del disco in vinile. È stato un progetto impegnativo sin dalla concezione, ma ancor di più nella fase di start-up e di realizzazione".