Apparel Music con le idee conquista l'ADE

Durante l’incontro all'ADE, Giuseppe D'Alessandro di Apparel Music, docente r12, ha presentato in nuovi cataloghi e il world tour 2019 di Apparel Wax attraverso un LP. Apparel Music ha presentato due anni fa la sublabel Apparel Tronic, aperta con Ludovico Schilling e che si occupa di bliss beat, trip-hop, jungle, hip-hop, musica sperimentale prodotta da artisti che si esibiscono live. A dicembre uscirà il nuovo album dell’artista e batterista australiano, bbe music family, Inkswel. Il titolo è "The Sound”. Nel 2019, in uscita ad aprile, sarà la volta dell’LP del duo russo SCSI-9, tutto ovviamente rigorosamente in vinile.

 

Un progetto di maggiore interesse, in quanto sulla cresta dell’onda, trasmesso da tutte le radio, primo in classifica in tutti gli stores fisici e digitali (5 uscite in vinile da 500 copie, 5 sold out), "insomma il motivo per cui sono stato costretto a prendere un aereo e assecondare le richieste di meeting", spiega D'Alessandro, è quello di Apparel Wax, il collettivo anonimo nato un anno fa da un gruppo di 15 artisti.

 La label per l'iniziativa resta la Apparel Music ma gli artisti andranno man mano a scomparire. Per le gig e gli showcase, la ghost collective si esibisce senza dichiararsi e mai più di due elementi alla volta. "Quindi, solo chi parteciperà all’evento saprà, se li riconoscerà (...), chi fa parte del gruppo Apparel Wax". Un progetto, questo, con influenze nu disco, lo-fi, house, che si riferisce, come si esplica anche dal logo, "al mondo del vinile, del clubbing, del collezionista di 12 inch e simili". A febbraio 2019 è in uscita il primo LP.