3LAU parla del primo festival musicale alimentato con la Blockchain

3LAU, all'anagrafe il dj Justin Blau, parla del primo festival musicale alimentato da blockchain, l'Our Music Festival. Il primo festival musicale blockchain è in arrivo per domani, 20 ottobre, presso il Civic Center Plaza di San Francisco e con Zedd come headliner. La tecnologia emergente entrerà in azione tra le esibizioni di Big Sean, 3LAU, Matt & Kim, Charlotte Lawrence e, appunto, Zedd.

Justin Blau racconta cosa possono aspettarsi da un simile festival i presenti, considerata la prospettiva tecnologica. L'app OMF sarà la prima applicazione per festival che girerà su una sistema open source Blockchain.

 

"Essendo nel settore della musica per 8-9 anni, abbiamo tutti sperimentato molte delle inefficienze in questo business", ha detto il dj e produttore. "Mentre aprivo gli occhi sulla tecnologia che la Blockchain poteva lanciare, pensavo davvero che questo potesse aiutare a promuovere i festival un domani. Così ho iniziato a studiare la Blockchain mentre ero con i gemelli Winklevoss a Los Angeles intorno al 2012. Erano impegnati a costruire il loro scambio e hanno imparato a conoscere il bitcoin. L'anno scorso, quando il mercato stava impazzendo, ho preso una grossa mossa per imparare a conoscere la tecnologia".

 

Con una app i frequentatori di festival possono guadagnare premi, acquistare merchandise. In futuro, i fan potranno scegliere la scaletta e ottenere una proprietà dell'evento stesso frazionata. Nel primo anno, tutti riceveranno i gettoni dell'OMF gratuitamente: un rimborso per l'acquisto del biglietto, insomma. Non male. I partecipanti scaricano l'app, rivendicano il loro codice QR che attiva il portafoglio e i gettoni OMF verranno guadagnati eseguendo determinate attività al festival e usati anche per scambi e acquisti.

"Stiamo dando alle persone gratuitamente dei token con codici QR stampati addirittura su coriandoli e su altre attività presenti nel festival", anticipa Justin Blau. "In questo modo si risolveranno i problemi di liquidità. In genere, i fan attendono fino all'ultimo minuto per acquistare i biglietti del festival. Questo è un problema enorme perché mette in difficoltà gli organizzatori e i produttori degli eventi, che non possono pianificare al meglio il loro lavoro". Si vogliono poi risolvere tutte le inefficienze legate al marketing. La gente fa passaparola ad amici e conoscenti in relazione a un buon evento ma non riceve nulla in cambio: non va bene, va incentivata, gratificata per questa comunicazione.

Le piattaforme saranno open source, gli artisti e i fan potranno accedere a tutti i dati degli utenti. Ciò significa che gli artisti potranno rientrare in un target migliore e con un'interazione più diretta con i propri fan.