È il momento di R/D/V 

Il suo progetto nasce da una trasformazione letterale poco convenzionale del suo cognome. Dopo aver frequentato r12, il #recrew Luca Redivo, in arte R/D/V, ha potuto cominciare a organizzare qualche party e a suonare in diversi locali soprattutto nel nord Italia. “Ultimamente ho trovato spazio anche a livello discografico, rilasciando su etichette come Right Music Records e Mind Games Recordings”, dice il giovane dj produttore. “In attesa di nuove releases, ho avuto modo di far uscire anche qualche podcast (per esempio quello per 20100 Network, nuova realtà milanese per quanto riguarda l'organizzazione di serate)”.

Aspettando di trasferirsi ad Amsterdam per studio, dà una mano come assistente in alcuni studi di registrazione lavorando a nuovi progetti. 

 

R/D/V è nato l’8 agosto 1999 a Milano. Scopre la sua passione per la musica da giovanissimo apprezzando e privilegiando generi e stili musicali principalmente classici, caratterizzati da strumenti organici, “dalla classica al jazz, dal blues al reggae passando per il funk, l’hip-hop, la Detroit house, la Chicago house e molto altro”.

Partendo dalla posizione di amante del vinile e attento ricercatore di musica sofisticata, R/D/V entra in contatto con la club culture italiana e internazionale, che lo spingerà a voler proporre un proprio progetto artistico verso il pubblico. I suoi set e e le sue produzioni musicali prediligono sonorità raffinate che spaziano tra Detroit, dub e Berlin techno “caratterizzate da batterie organiche e synth analogici, talvolta malinconici. Sono un forte sostenitore della scena più underground della techno: a partire dalle radici del passato, fino ad arrivare agli artisti odierni”.

 

www.soundcloud.com/lucaredivo_rdv

www.mixcloud.com/lucaredivo_rdv/

www.facebook.com/lucaredivoRDV

 

www.instagram.com/rdv_music/