Confermato il tour di Giorgio Moroder: date a Milano, Firenze e Roma

A 78 anni, Giorgio Moroder ha detto di essere pronto a buttarsi nella mischia con il suo primo vero e proprio tour. Una serie di date, queste, che toccheranno l’Europa e anche l’Italia. Il celebre dj e produttore italiano, conosciuto in tutto il mondo, lo ha annunciato su Facebook e sul suo sito. Quindici le città coinvolte dal Celebration of the ’80s tour tra aprile e maggio 2019. In scaletta le hit della prolifica carriera di Moroder, che sarà protagonista su un palco spettacolare con imponenti giochi di luce. Il musicista gardenese, che è sulla cresta dell’onda a livello internazionale da decenni, è conosciuto soprattutto per le sue produzioni nell’ambito della disco music prima e poi di quella pop.

 

Nel gennaio del 2017, Moroder per alcuni minuti, sia prima del match che durante l'intervallo, ha trasformato lo Juventus Stadium in un raffinato club. A mettere i dischi in occasione della sfida tra i bianconeri e la Lazio è salito in cattedra proprio il dj e produttore italiano di fama internazionale, considerato uno dei padri della disco music. Il musicista di Ortisei si era già esibito durante il party che la Juve ha organizzato per il lancio del nuovo logo e oggi ha concesso il bis a beneficio dei supporter presenti allo stadio.

Celebre la sua collaborazione con Donna Summer, così come i suoi lavori per colonne sonore di celebri film, come Fuga di mezzanotte o "Grazie a Dio è venerdì". Per queste musiche vincerà anche due premi Oscar con cui sarà consacrato definitivamente. È stato capace anche di innalzare la musica elettronica a standard eccezionali. Oltre a Donna Summer ha ispirato anche artisti come David Bowie e Brian Eno, per non parlare di Freddie Mercury dei Queen o con i Coldplay. Ha continuato poi negli anni a comporre colonne sonore e in genere musiche per il cinema. Con Flashdance la sua fama è diventata praticamente planetaria.

In merito a questo tour che sta per intraprendere ha detto: "È qualcosa che ho sempre voluto fare. I fan hanno continuato a chiedermi se ci fosse la possibilità di un vero tour. In passato era impensabile che i produttori abbandonassero i loro studi di registrazione. Quel territorio era riservato ai cantanti. Oggi, invece, produttori e dj, sono diventati le superstar della musica dance popolare, quindi sembra il momento giusto per e io sono così eccitato di poterlo finalmente fare".

Il tour sarà anche in Italia per tre date: il 17 maggio a Milano, il 18 a Firenze, il 19 a Roma. I biglietti sono già in vendita.