Le multinazionali stanno lavorando su una nuova specifica per i dischi in vinile

La RIAA, che rappresenta le principali etichette Warner Music Group, Sony Music Entertainment e Universal Music Group, sta pianificando un importante annuncio relativo agli standard dei dischi in vinile. L'annuncio comporterà l'esame di un aggiornamento tecnico alle specifiche di produzione esistenti per i dischi in vinile, che apparentemente non viene rimesso in discussione da quarant'anni.

I piani di aggiornamento saranno ufficialmente resi noti alla conferenza Making Vinyl di Detroit (Usa) all'inizio di ottobre, secondo quanto dichiarato dagli organizzatori.

"Le specifiche di produzione per il vinile sono state aggiornate per l'ultima volta nel 1978", hanno detto gli organizzatori di Making Vinyl. "L'avvento delle nuove tecnologie di produzione e la crescente popolarità del vinile hanno spinto i leader del settore musicale a rivedere le specifiche esistenti e valutare se gli standard aggiornati potrebbero aiutare a migliorare ulteriormente il mercato del vinile".

L'implementazione ufficiale della nuova specifica è prevista per l'inizio del 2019, in base alle determinazioni di vari gruppi di lavoro.

I dati ufficiali dei mercati internazionali mostrano guadagni continui, con una rinascita di oltre 10 anni, in merito ai dischi in vinile. Non c'è motivo di dubitare di queste cifre, anche se recenti informazioni di Best Buy suggeriscono che le cose potrebbero essere aggiornate. Non è inoltre chiaro il motivo per cui sia necessario un nuovo standard di dischi in vinile. Attualmente non c'è confusione sul mercato né problemi di compatibilità. Lo standard aggiornato conserverà in qualche modo gli standard di qualità high-end. I dischi in vinile sono un prodotto premium: un'esperienza di alta qualità è essenziale per mantenere la fiducia dei consumatori e soddisfare le aspettative dei consumatori, ha scritto l'alleanza.