Quanto flusso devi fare per guadagnare un euro

Guadagnare soldi come artista non è più facile come un ventennio fa. A causa dell'aumento dello streaming e del download illegale, le vendite di album, ep e singoli è in calo. Poiché molta musica viene ascoltata tramite canali come Spotify, YouTube, SoundCloud e Apple Music, molti artisti hanno decidono di rendere la propria musica disponibile tramite uno di questi canali.

Dalla querelle tra Martin Garrix e Spinnin' Records, tutto è diventato abbastanza chiaro, alla fine del 2016 le entrate derivanti dalla sola musica sono molto basse e i soldi devono essere pagati in un altro modo, al di là dei live.

Quanto si guadagna esattamente allora quando fan e non solo, fanno streaming di musica? E dopo quanti flussi si può dire di essere soddisfatti?

Quelli di Demo Drop hanno provato a fare luce sulla questione. Proprio come SoundCloud, Demo Drop è un canale sul quale si può caricare la propria musica come artista e come ascoltatore si possono trovare tante nuove tracce. Probabilmente a causa di questa pratica, si intuisce quanto grande sia la differenza tra un piccolo, un medio e un grande reddito ottenuto grazie allo streaming e quindi ai flussi, almeno prima di ottenere un euro sul proprio conto bancario. I numeri sono alti e spiegano che fare un sacco di soldi con i flussi stia diventando sempre più difficile. Come si può notare dal grafico, Spotify è al quinto posto (279 stream = 1 euro). Ciò significa che, ad esempio "Do not Look Down", la migliore traccia in streaming di Martin Garrix insieme a Usher, con oltre 116 milioni di stream, ammonta a circa 420.000 euro.

Ovviamente si tratta di un sacco di soldi, ma se si considera che non tutti i soldi vanno solo a Martin Garrix bensì anche a Usher e ad altre parti che collaborano, è relativamente poco per un brano che si è sentito alla radio quasi ogni giorno.