La puntualizzazione su Logic e Live dal BigBiz Studio

Uno scontro fra titani, è stato definito da Paolo Aliberti e Dario Khademi di Big Biz Studio, quello tra Ableton Live e Logic Pro. "Senza dubbio tra i top 5 software di produzione per popolarità, queste due DAW sono in realtà radicalmente diverse a partire dalla concezione", dicono i due.

"Logic nasce da una lunga storia di sviluppo e nomi. Nato nella Germania del 1988, a quell'epoca si chiamava Notator. Girava su Atari ST, la sua avvenuta fu un vero e proprio evento per i musicisti. Esistevano già alcune DAW, ma erano molto complesse o difficili da utilizzare, Notator era focalizzato sull'estrema semplicità d'utilizzo, completezza, efficacia e.. la capacità di essere usato tramite un mouse. Notator diventò poi Notator Logic, e da lì solo Logic", quando nella versione 5 fu comprato direttamente dalla Apple, che ne continuò lo sviluppo, cancellando le versioni per Windows e aggiungendo l'appellativo Pro, arrivando poi all'attuale versione X.

"Live nasce dal collettivo berlinese Monolake, tra cui partecipanti risulta Robert Henke, nel 1999. Il concept generale del software non partì dalla digitalizzazione di uno studio di produzione musicale, ma dalla possibilità di avere uno strumento in grado di creare improvvisazioni musicali su palchi, come parte del processo creativo. Live è stato scritto per le performance live, per giocare con le sessioni di registrazione in studio, tutto è centrato nell'obiettivo di suonare e costruire in tempo reale. Il computer è lo strumento musicale e contemporaneamente il musicista. La persona opera come conduttore della performance".

 

 

La produzione

 

Logic pro arriva da una consolidata storia e un lungo sviluppo di tools adatti ad una grande rosa di generi musicali. "L’ottima integrazione e gestione dei video ne ha permesso un ampio utilizzo in ambito cinematografico professionale. La scrittura di musica da chi è abituato ad utilizzare il rigo musicale è molto bene integrata grazie alla visualizzazione di spartiti e al suo nutrito editor. Anche la scrittura tecnica in arrangiamenti midi è molto profonda e ben organizzata. Se il lavoro di produzione del brano è un lavoro complesso e articolato, allora Logic Pro è in grado di dare il suo massimo in quanto a strumentazione già inclusa, rigore e pulizia. Utilizzato molto per la musica elettronica, soprattutto per i generi più hard, o anche nella techno, si adatta poco alla sperimentazione e al processing massivo, benchè gli effetti inclusi siano efficaci e performanti".

Live  ha un punto di forza: la gestione dei campioni e nella flessibilità di combinazione, editing, processing e appunto, utilizzo non consueto degli effetti e delle opzioni più tecniche. "Il warp è uno degli strumenti più flessibili e semplici al mondo per quanto riguarda il time stretch e la manipolazione profonda dell’elemento tempo in campioni, loop, o tracce. Ableton Live, grazie alla sua spiccata predisposizione per l’utilizzo su stage, ha creato nuove frontiere della produzione. Essendo infatti in grado di connettersi perfettamente e semplicemente con macchine esterne e controller, l’introduzione dell’elemento di improvvisazione ha creato tutta una schiera di produttori affezionati all’utilizzo di knob, fader, cavi e tasti. Ableton è il software perfetto per spingersi in sperimentazioni e studi approfonditi grazie alla sua connessione con Max Msp, software di programmazione audio visuale costruito attorno all’idea della flessibilità e completezza".

 

Mix & Mastering

La concezione di Logic Pro gira attorno all’idea di avere un software che possa sostituire uno studio di registrazione. "I vecchi studi di registrazione avevano bisogno di molti macchinari, tra mixer, registratori, effetti, equipaggiamenti elettronici e la capacità di utlizzare tutti questi strumenti complessi. Naturale quindi che chi ha un’approccio più standard ritrovi in Logic Pro tutte le funzioni principali in maniera naturale e chiara. Uno dei punti di forza di Logic Pro è senza dubbio il Mixer. Equipaggiato con canali audio, midi, bus, e addirittura VCA (nelle versioni più recenti) è un campione in fatto di routing. Per i più tecnici Logic Pro si presenta con funzioni molto avanzate ed essenziali ad un lavoro professionale come ad esempio la perfetta compensazione della latenza. Lavorando senza doversi preoccupare dei problemi di fase si può dare libero sfogo alla creatività tecnica con parallel". Capacità tecnica, derivazione da concetto di studio (bus).

Ableton Live, al contrario di Logic Pro, non è stato pensato e costruito per riprodurre uno studio di registrazione; se rimane uno dei software più completi e affidabili per quanto riguarda i live show, dal punto di vista del Mixing è decisamente poco performante. "La sua struttura infatti lo rende un po' farraginoso nel muoversi velocemente tra plug-in di canali diversi, e manca una completa visione Mixer. Anche se nelle ultime versioni sono stati fatti passi avanti, non è completamente esente da problemi di fase, soprattutto quando si va a fare processing in parallel. Il routing è molto restrittivo, e le mandate ausiliarie spesso sono poco utilizzate. Comunque è possibile fare un’ottimo lavoro di mix anche con questo software, e quando parliamo di mastering possiamo citare alcune importanti studi che lo utilizzano in ambito di finalizzazione".

 

PRO CONTRO

 

ABLETON LIVE

PRO:

1. SEMPLICE E CHIARO, A PORTATA DI CLICK

2. GESTIONE LIBRERIE

3. COMPATIBILE CON OSX e WINDOWS

4. TIME WARP

5. UTILIZZABILE IN AMBIENTI LIVE

6. MAPPING MIDI

7. INTEGRAZIONE CON MAXMSP

8. GESTIONE DEI CRASH

9. ASSISTENZA CLIENTI

10. CAMPIONATORI

CONTRO

1. ROUTING

2. MANCA UNA VISUALIZZAZIONE MIXER

3. NOTAZIONE MIDI

4. VISUALIZZAZIONE DELLE CATENE AUDIO

5. GESTIONE SCORE, SPARTITI

6. PREZZO

7. COMPENSAZIONE DELLA LATENZA

8. STABILITA’

9. SHORTCUTS

10. ALCUNI FX E INST DI BASSA QUALITA’

 

LOGIC PRO

PRO:

1. PREZZO

2. ROUTING

3. COMPENSAZIONE DELLA LATENZA

4. INTEGRAZIONE VIDEO E TIMESTAMP

5. REGISTRAZIONE AUDIO

6. NOTAZIONE MIDI

7. QUALITA’ DEGLI EFFETTI

8. GESTIONE SCORE, SPARTITI

9. HEADROOM E CLIP

10. SHORTCUT

CONTRO:

1. COMPLESSO E POCA IMMEDIATEZZA NEI COMANDI

2. CREATIVITA’

3. SOLO PER SISTEMA APPLE OSX

4. FLESSIBILE PER LIVE SHOW

5. ASSISTENZA CLIENTI

6. AGGIORNAMENTI

7. GESTIONE DELLA LIBRERIA DEI CAMPIONI

8. AUTOMAZIONI

9. GESTIONE DEI CRASH

10. GESTIONE DELLE CPU E RISORSE

 

In conclusione, nell’ambito della musica elettronica, Ableton Live rimane uno dei migliori software di produzione musicale, con certe mancanze elegantemente colmate da Logic Pro. Nulla vieta di sfruttare il meglio da entrambi, approfittando della creatività e velocità di Live nella produzione, e la precisione e chiarezza in Logic Pro.

 

Info

http://roberthenke.com/technology/ableton_live.html

http://tweakheadz.com/history-of-notator-and-logic/